Postini

“[Non si scrive un romanzo] per dimostrare una tesi, o migliorare lo stato di civiltà del Paese, o per sentir[si] un essere umano migliore”.

Il bellissimo intervento di Giorgio Fontana a CaLibro 2015. Sull’equivoco del ‘romanzo civile’, il Messaggio, gli autori-sociologi, l’anarchia di Kafka e i postini di Nabokov.

Annunci